Gli ammazza caffè della tradizione

Terminare un pasto con un buon amaro è sempre un’ottima idea. Scegliendo quello giusto, infatti, si potrà favorire la digestione.
Esistono diversi tipi di ammazza caffè che si distinguono tra loro per gusto, aroma e altro ancora. Quelli della tradizione sono diversi e verranno illustrati in seguito.

 

Toschi Nocino di Modena Riserva Invecchiato oltre 5 anni

 

Il Nocino di Modena riserva di Toschi è un ottimo amaro invecchiato di oltre 5 anni, realizzato secondo le direttive della tradizione e del marchio collettivo Tradizioni e Sapori di Modena depositato presso la Camera di Commercio di Modena.
L’invecchiamento in botti di rovere esalta il sapore delle noci e, l’assenza di coloranti, rende questo ammazza caffè, perfetto per ogni fine pasto.
Tra gli ingredienti principali del Nocino di Modena Riserva di Toschi c’è l’infuso di mallo di noci fresche che regalano al liquore un sapore intenso e caratteristico.
Questo amaro può essere servito a temperatura ambiente e liscio, senza nessuna aggiunta, oppure con ghiaccio per rendere più fresco il sapore. Oltre a essere utilizzato come ammazza caffè, questo amaro è perfetto anche per guarnire gelati o torte fredde.

 

 

Liquore alla mela annurca, Nurchetto de I Centelli

 

Un liquore che rappresenta l’eccellenza campana è rappresentato dal Nurchetto, realizzato con la mela annurca che vanta caratteristiche gustative ottimali sia nel sapore che nella consistenza.
Il Nurchetto dei Centelli ha una gradazione alcolica del 38% e si caratterizza per il perfetto equilibrio tra l’alcool usato e l’0acidità delle mele biologiche campane scelte per la realizzazione.
Il Nurchetto può essere usato sia come ammazza caffè da servire a fine pasto alla temperatura di circa 9 gradi che come bevanda per accompagnare dolci e dessert eleganti.
La sua consistenza lo rende inoltre perfetto per essere usato nella preparazione di dolci e torte.

 

 

Latte di Suocera Lady

 

Il Latte di Suocera Lady è il classico amaro da fine pasto grazie all’utilizzo delle erbe scelte per la sua realizzazione. Questo liquore è altamente digestivo e, tra gli ingredienti, si contano più di cento erbe che sono state sapientemente miscelate tra loro.
Questo amaro fa parte di una delle eccellenze italiane e viene prodotto specialmente in Abruzzo da dove deriva il simpatico nome che trae spunto dalla forte gradazione alcolica (30%) paragonata alle attenzioni delle suocere.
Il liquore può essere servito a fine pasto come amaro ed è la soluzione
migliore per promuovere il processo digestivo.

 

 

 

Dopo un lauto pasto e il caffè, non c’è niente di meglio che concludere con un liquore della tradizione.
Per agevolare la digestione è bene scegliere un amaro alle erbe come il Latte di Suocera ma, nella dispensa, non dovrebbero mai mancare anche il Nurchetto e il Nocino.
Il primo, profumato e agrumato, è perfetto per un pasto estivo mentre il Nocino è la soluzione migliore quando, a fine pasto, si ha voglia di accompagnare al dessert un liquore fresco ma corposo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi