Categoria: Blog

Nelle occasioni speciali, quali San Valentino o un anniversario, alla proposta di mangiare fuori associamo spesso la cena a base di pesce.
Sarà che è un alimento difficile da preparare e ovviamente chi ci riesce, non sarà mai bravo quanto uno chef stellato! E poi l'atmosfera…beh, vogliamo parlarne? Che si tratti di un ritrovo di pescatori o un ristorante di lusso, nulla di riproponibile in casa. Si, ma quale ristorante scegliere?
Per fortuna ci viene in aiuto il fantastico servizio offerto dalle Smartbox.
Le Smartbox sono cofanetti contenenti una vasta selezione di attività di ogni tipo, spaziando tra sport, avventura, benessere e, appunto, cibo.
Qui di seguito vi proponiamo 3 Smartbox tra le quali potrete scegliere la vostra cena a base di pesce.

Come funziona Smartbox

Per chi non lo conoscesse, Smartbox è un servizio che offre la possibilità di fare un regalo davvero speciale, non oggetti fisici ma bensì un'esperienza. Acquistando un cofanetto si possono regalare le più svariate emozioni, da soggiorni in spa di lusso a lanci col paracadute. Chi riceve il cofanetto dovrà poi registrarlo online e scegliere e prenotare tra le numerosissime strutture aderenti in ogni parte d'Italia.
Il prezzo dei cofanetti è molto variegato e va dai 24,90€ ai 699,90€. Quelli che vanno per la maggiore sono senza dubbio quelli che offrono cene ed esperienze di tipo gastronomico. Nello specifico, nei cofanetti proposti in questo articolo sono disponibili delle indimenticabili cene a base di pesce.

Invito a cena

Il più economico di questa nostra selezione costa 54,90€. Invito a cena offre un menù di due o tre portate per due persone in più di 2000 locali aderenti. Tra ristoranti della tradizione e quella esotica, le cene a base di pesce disponibili in questo cofanetto sono ben diciotto!

Cene da chef

Con il cofanetto Cene da chef, al prezzo di 69,90€, regalerete un menù di tre o quattro portate per due persone. L'esperienza è fruibile in quasi 1500 ristoranti e quelli che offrono una cena a base di pesce sono in questo caso dieci.

Fuga da assaporare

Questa scelta offre un'opzione in più, oltre alla cena per due persone infatti, nel cofanetto Fuga da assaporare vi è compreso nel prezzo di 89,90€ una notte in agriturismo o hotel e colazione. Le proposte sono mille, di cui ben tredici a base di pesce!

Smartbox ha selezionato per noi i ristoranti che offrono cene a base di pesce, a noi non resta che stabilire il nostro budget e via, per una nuova esperienza di gusto.

Read Full Article

Una perfetta idea regalo per sorprendere chi lo riceve è uno smartbox per una cena speciale, magari in un ristorante particolare che offre ricette uniche e deliziose. All'interno di questi cataloghi è possibile trovare diversi tipi di ristoranti a base di carne. Questi box ormai si trovano un po’ovunque, è possibile acquistarli anche su Amazon, dove c’è un’ampia scelta per tipologie di cene e location. E’ possibile trovare il giusto cofanetto con percorsi enogastronomici per due, un regalo che non ha nulla di materiale, piuttosto di sensoriale.

  • Cene da chef
  • Fuori a cena
  • Un mondo di sapori
     

Cene da chef

All'interno di questo smartbox c’è una scelta tra ben 905 cene da tre portate per ristoranti che offrono cucina gourmet o tradizionale. Il buono è per due persone e prevede la possibilità di prenotare in uno dei tanti ristoranti una squisita cena in cui assaporare piatti tradizionali o qualcosa di più ricercato, a base di carne ma se lo si preferisce anche di pesce. Ha una validità di due anni e al suo interno contiene ristoranti di altissima qualità, molti dei quali a base di carne. Come il ristorante Miramonti, che offre cucina tipica della località bergamasca Casoncelli di Valle Imagna, ravioli tradizionali con ripieno di carne, di manzo, di maiale e tante altre specialità.

Fuori a Cena

Questo smartbox offre 1630 cene diverse in ristoranti internazionali o tipici. La cena è di tre portate per due persone ed è possibile scegliere di cenare in location davvero meravigliose. Tra la scelta dei ristoranti ci sono anche quelli a base di carne come il Colle di Costa, un antico monastero francescano vicino a Labro, dove poter gustare tutti i piatti locali casarecci, dal sapore unico e intenso. L’offerta è ampia e in grado di soddisfare anche i gusti più difficili, il tutto è incorniciato in un meraviglioso giardino o nella splendida terrazza, un posto davvero unico.

Un mondo di sapori

Questo smartbox offre 135 cene in ristoranti MICHELIN, è valido per due persone e ha al suo interno solo location di un certo livello, la cui cucina è di altissima qualità. Tra questi ci sono ristoranti unici come Svevia, che si trova a Termoli nel Borgo Vecchio. Qui è possibile gustare piatti tipici della cultura enogastronomica locale rivisitati in una chiave più moderna, molte le ricette a base di carne, dal sapore unico e delizioso. Una location splendida, curata in ogni minimo dettaglio, al cui interno c’è un personale disponibile e altamente professionale.

Se si vuole regalare un’esperienza enogastronomica, gli smartbox cene per due, sono l’idea perfetta, un modo per viziarsi e coccolarsi in location uniche ed eccellenza.

Read Full Article

Per chi è alla ricerca di una idea regalo originale che lasci senza parole, le smartbox sono perfette. Si tratta di veri e propri cofanetti da regalare, con le quali il destinatario può liberamente scegliere l'esperienza che più preferisce. Una delle smartbox più richieste è quella che comprende una cena per due all'interno di uno dei ristoranti etnici a scelta tra la vasta selezione offerta dalle Smartbox. Si tratta di un vero e proprio regalo da vivere, perfetto per stupire una persona amata, amici o parenti, con un regalo personalizzabile, basterà scegliere il tour gastronomico preferito e prenotare on-line per vivere una cena all'insegna dei gusti etnici più unici e lasciarsi sorprendere dalle novità gastronomiche proposte.
Vediamo come funziona il servizio:

Smartbox: regali originali da vivere

Con la smartbox è possibile regalare a chi è appassionato di cucina etnica, una cena per due in un ristorante a scelta tra quelli che hanno aderito al servizio. Grazie a questo regalo, il destinatario sarà immerso in un vero e proprio viaggio attraverso il gusto ed i sapori orientali ed esotici, curry, cumino o cannella, si verrà deliziati attraverso un tour gastronomico sorprendente. La scelta di quale gusto preferire spetta al destinatario della smartbox, cucina cinese, Giappone o indiana, si aprirà letteralmente un mondo di gusti tra cui scegliere.

 

Cosa è compreso all'interno della Smartbox?

Il cofanetto regalo comprende al proprio interno una serie di brochure per scegliere in modo più facile il posto preferito in cui cenare, basterà scegliere il luogo e il cibo da mangiare e la persona da portare con sé. La scelta può ricadere su una romantica cena per due a due passi dal centro storico, presso una sala privata, la cena comprende tre portare tipiche della cucina etnica ed un gustosissimo dolce tradizionale. La smartbox è uno dei regali più originali per sedurre chi la riceve grazie ai sapori e alle tradizioni di Paesi lontani.

 

 

 

Quanto tempo è valida una smartbox

Dal momento in cui si riceve una smartbox, si hanno a disposizione circa due anni per poter decidere il ristorante in cui andare a cena, il periodo di validità può essere prolungato entro i due anni, in modo da permettere a chi la riceve di organizzarsi e scegliere al meglio la tipologia di cena che desidera. Un romantica cena dai sapori indiani tradizionali, un cena moderna all'insegna della tradizione Giapponese o cinese, un'incantevole ristorante vietnamita, solo per pochi intenditori. Basterà scegliere e prenotare on-line l'esperienza di gusto cui abbandonarsi.

 

 

 

Read Full Article

Negli ultimi anni i ristoranti che propongono cucina giapponese sono diventati sempre più numerosi, suscitando curiosità verso alcuni e diffidenza verso altri. Per chi ama questa cucina è facile ritrovarsi in mezzo a queste divergenze di opinioni, magari con qualche amico nell'organizzare un'uscita serale, ritrovandosi poi nel solito ristorante a leggere il solito menù. Una proposta interessante per riuscire a convincere anche i più diffidenti a scoprire il sushi è sicuramente quella di regalare uno smartbox utilizzabile proprio in un ristorante giapponese. In questo articolo vi daremo tre spunti, di tre diverse smartbox acquistabili on line, a tre diversi prezzi, per provare a convincere anche il più tradizionalista della tavola.
 

  • Peccati di gola
  • Invito a cena
  • Cene da chef

Peccati di gola

Questo cofanetto propone 1710 opzioni, tra degustazioni salate, dolci e alcoliche per due persone, dislocate su tutto il territorio italiano. Tra queste 1710 il sushi viene servito in ben ventitré ristoranti in cui poter scegliere quale pietanza ordinare, magari accompagnata dalla bevanda tipica giapponese: il sakè. Costo di questo cofanetto € 29,90.

Invito a cena

Questa smartbox dà diritto ad una vera e propria cena da tre o quattro portate, a seconda del ristorante scelto tra i 1615 disponibili per due persone. In questo caso sono sedici le differenti proposte di cucina giapponese, al costo di € 54,90.

Cene da chef

In questa tipologia di Smartbox è compresa una cena da tre o quattro portate per due persone da poter consumare in 905 diversi ristoranti in tutta Italia. Undici sono i ristoranti giapponesi disponibili in questa guida che offrono le preparazioni tipiche della loro tradizione.
Costo della Smartbox € 69,90.

L'utilizzo di questi cofanetti è davvero semplice, perché all'interno di essi è presente una guida con foto e descrizione di tutti i bar, pub, osterie e ristoranti convenzionati tra cui fare la propria scelta, con i relativi contatti per poter prenotare. Al momento del pagamento sarà poi sufficiente esibire il codice presente dentro alla Smartbox e il gioco è fatto.
Essendo tutto così semplice può essere il modo ideale per assaggiare per la prima volta il sushi oppure, per chi già è un amante di questa cucina, sperimentare un nuovo ristorante.
Oltre alle pietanze cucinate in un modo molto diverso rispetto alla nostra tradizione, non dobbiamo trascurare l'aspetto più meccanico per poterle mangiare, ovvero l'utilizzo delle bacchette. Sarà sicuramente divertente, almeno all'inizio della cena, provare ad approcciarci al cibo senza le nostre posate!

 

 

Read Full Article

Gli amanti della cucina apprezzeranno di sicuro ricevere come regalo uno smartbox per una cena in un ristorante fusion. Su Amazon esistono una serie di cofanetti perfetti per ogni gusto.

  • Cos'è un ristorante fusion
  • Smartbox per cene di classe
  • Smartbox per cene gourmet
  • Smartbox per degustazioni

Cos'è un ristorante fusion

Un ristorante fusion è un locale all'interno del quale la cucina fonde elementi della tradizione con ricette innovative da ogni parte del mondo, per creare piatti unici e all'avanguardia.
Il concetto principale che sta alla base della cucina fusion è quello della creazione di sapori nuovi e appaganti e alla nascita di piatti all'apparenza semplici ma complessi, dove si fondono aromi, spezie e odori di tutto il mondo.

Smartbox per cene di classe

Chi ha il palato raffinato potrà godere di un'esperienza unica scegliendo il cofanetto smartbox "Un mondo di sapori", dove sarà possibile scegliere una cena d'autore per due persone composta da quattro portate in ristoranti selezionati dalla famosa guida Michelin.
In questo cofanetto le possibilità sono di 135 cene differenti da gustare in ristoranti di lusso sparsi per tutta Italia, che vantano non solo una cucina di qualità ma anche una collocazione speciale in strutture architettoniche di grande fascino.

Smartbox per cene gourmet

Per assaporare una vera cucina fusion si ha la possibilità di acquistare il cofanetto smartbox "Cene da chef", mediante il quale si potrà cenare insieme a un'altra persona presso un ristorante di chef estrosi e fantasiosi, che amano inventare sempre piatti nuovi partendo dalle basi tradizionali della cucina italiana.
In questo cofanetto sono disponibili 905 combinazioni di cene ognuna delle quali prevede tre portate, per appagare tutti i sensi.
In base al gusto personale potranno essere scelte destinazioni diverse in tutta Italia, tra le quali ristoranti della tradizione e Bistrot moderni e raffinati.

Smartbox per degustazioni

Chi vuole assaporare molti sapori nuovi potrà essere accontentato con il cofanetto smartbox "Peccati di gola", all'interno del quale sono disponibili ben 1710 tipologie di degustazioni di tipo dolce, salato e alcoliche.
L'esperienza gastronomica per due persone è un toccasana anche per gli occhi, date le favolose composizioni di finger food e stuzzicherie varie.
I locali a disposizione sono dei più svariati, dai ristoranti giapponesi che preparano il sushi più buono e la migliore cucina esotica, passando per agriturismi immersi nella natura, fino a ristoranti di lusso e prestigio, collocati in strutture affascinanti e piene di charme.

Read Full Article

Impasto per focaccia: la ricetta base per realizzarla alta e morbida

Facile 50min Per 4 persone

ingredienti

  • Dosi per una teglia
  • Farina 00 350 gr • 750 kcal
  • Lievito di birra fresco 6 gr
  • Sale fino 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai • 21 kcal
  • Acqua tiepida 100 ml
  • Acqua frizzante tiepida 150 ml

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta per focacce si prepara con pochi e semplici ingredienti, potrete così realizzare in poco tempo un impasto per focaccia soffice, ideale per essere condita oppure farcita come più vi piace. Vi basteranno infatti solo farina, lievito di birra, acqua, sale e olio extravergine d’oliva per realizzare una focaccia alta e morbida: nella nostra ricetta abbiamo aggiunto una parte di acqua frizzante che rende la pasta ancora più morbida. L’impasto per focaccia differisce di poco rispetto alla pasta per fare le pizze: per realizzare la focaccia viene utilizzata una quantità maggiore di acqua, in quanto la pasta dovrà essere molto morbida, ben idratata e ben lievitata. Una volta pronto l’impasto potete utilizzarlo per realizzare una focaccia semplice, o arricchirla come più vi piace e consumarla per uno spuntino o per una cena sfiziosa.

Come preparare l’impasto per focaccia

Versate la farina nella planetaria oppure disponetela a fontana su una spianatoia. Aggiungete l’acqua tiepida, sia naturale che frizzante, nella quale avrete sciolto il lievito. Non appena la farina avrà assorbito tutta l’acqua aggiungete il sale e l’olio.

Lavorate l’impasto per circa 10 minuti, fino a quando risulterà liscio ed elastico. Trasferite ora la pasta per focacce in una ciotola leggermente infarinata, copritela con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per 3 ore o fino a quando l’impasto non avrà raddoppiato il suo volume. A questo punto la vostra pasta per focacce è pronta per essere stesa e utilizzata per le vostre preparazioni.

Consigli

Per rendere più profumato l’impasto per focaccia potete aggiungere agli ingredienti 10 ml di vino bianco.

Per la cottura della ottimale dell’impasto per focaccia preriscaldate il forno alla massima potenza, così che possa cuocere in poco tempo e restare morbida all’interno e dorata all’esterno. Una volta che l’impasto avrà terminato la lievitazione, stendete l’impasto nella teglia unta con l’olio. Aggiungete sale grosso in superficie, puntellate con le dita, aggiungete l’olio e cuocete a 220° per circa 20 minuti.

In alternativa alla ricetta base della focaccia potete realizzare la focaccia ripiena, da farcire con prosciutto e mozzarella o con gli ingredienti che preferite o che avete in casa.

Conservazione

Cuocete la pasta per focacce subito dopo la lievitazione: in questo modo la vostra focaccia potrà essere conservata per 2-3 giorni coperta con pellicola trasparente, per mantenerla morbida. Prima di consumarla vi basterà poi scaldarla in forno.

Fonte: Impasto per focaccia: la ricetta base per realizzarla alta e morbida

Read Full Article

Prepariamo piatti ricchi di fibre

Cerchiamo di includere ogni giorno nella dieta grandi porzioni di fibre attraverso una scelta attenta degli alimenti, un compito facile che consente anche di creare nuove combinazioni creative in cucina

Il ruolo dell’alimentazione per il benessere personale si conferma sempre più determinante, la presenza o meno di specifiche sostanze nei piatti consumati giornalmente determina una serie di conseguenze dirette sulla salute dell’organismo.

Si dovrebbe avere sempre presente quali sono queste sostanze e da dove è possibile procurarsele sapendo che da loro dipende quanto riusciamo a prevenire e poi in parte alleviare patologie molto invalidanti non solo nell’ambito fisico, ma soprattutto mentale.

Doversi confrontare giornalmente con una patologia come il diabete, giusto per fare un esempio di una di quelle più pesanti da gestire, mina anche la salute dei propri pensieri interni rischiando di condizionare in negativo scelte, decisioni e rapporti sociali.

La lista delle sostanze alimentari positive è abbastanza lunga, ma ve ne sono alcune che sono sicuramente più importanti di altre e almeno di queste dovremmo preoccuparci di vederle inserite nelle nostre preparazioni di tutti i giorni.

Visto che abbiamo accennato al diabete ne cito una fondamentale che non è per nulla difficile assimilare perché presente in molti cibi: le fibre.

La loro presenza costante nella dieta garantisce di correre meno rischi rispetto all’insorgenza delle degenerazioni legate in primo luogo al diabete e poi a cancro, infarto e ictus.

La conferma è venuta da una ricerca dell’Università di Otago in Nuova Zelanda che ha vagliato e messo a confronto 185 studi diversi per un totale di 135 milioni di persone coinvolte.

Aumentando di soli 8 grammi le fibre consumate nella dieta giornaliera si può ridurre dal 5 al 27% il pericolo di contrarre le malattie cardiovascolari nel complesso, il diabete tipo 2, molte patologie tumorali alzando allo stesso tempo le barriere difensive nei confronti di ictus e infarti.

Le fibre le troviamo in gran quantità abbondanti nei legumi e nei cereali integrali oltre che in tutte le verdure, gli ortaggi e la frutta fresca di stagione.

Nel decidere le ricette come nel crearle di nuove dovremmo impegnarci nell’inserire il più possibile questi alimenti trovando quelle soluzioni creative che rendono il piatto piacevole e gustoso.

Un approfondimento molto interessante sulle fibre, sulle loro caratteristiche e particolarità con un elenco dettagliato degli alimenti che ne sono più ricchi lo trovate in questo bel articolo del sito.

Serve fare in modo che almeno 3-4 dei cibi inseriti nell’elenco siano presenti giornalmente combinando e incrociando consistenze e aromi, un compito tutto sommato non difficile e che magari può stimolare nella creazione di nuove soluzioni gustose in cucina!

Fonte: Prepariamo piatti ricchi di fibre

Read Full Article

Broccoletti e mozzarella, una ricetta all’insegna dell’olio di qualità

5 | 1 voto/i

La presenza di un buon olio extravergine d’oliva in una squisita e semplice ricetta dove la mozzarella incontra i verdi broccoletti con la complicità di una veloce salsina di pomodoro e il tocco finale delle croccanti mandorle!

Ho partecipato oggi alla nuova edizione di olio officina festival dove ho presentato il mio nuovo libro sulla cucina semplice molto ben accolto e gradito devo dire e che rispetto a questa manifestazione a una comune matrice di base inerente l’olio.

Ogni ricetta del libro infatti ha avuto come genesi un determinato olio extravergine di oliva dei diversi che conosco personalmente, alcuni intimamente personalmente perché ho un rapporto di reciproca stima e conoscenza con i produttori di questi autentici gioielli alimentari.

Oli dallo straordinario profilo organolettico che con poco sanno donare tantissimo e che è veramente un delitto non conoscere e non usare in cucina in maniera più estesa.

Oggi però volevo offrirvi anche una nuova ricetta e allora mi sono ricordato di un piatto appositamente studiato qualche tempo fa per un progetto profondamente legato all’olio.

Qui ve lo presento in una veste più semplice e differenziata senza per questo snaturare nulla della filosofia che ha portato a crearlo e che vede come primo obbiettivo la valorizzazione dell’olio di qualità.

Ricetta semplice dove contano moltissimo i valori in campo ovvero la qualità degli ingredienti usati, che sono pochi e proprio per questo devono essere impeccabili: broccoletti, mozzarella, pomodoro e mandorle.

Su tutto predomina l’olio che condiziona in positivo con i suoi profumi, i suoi aromi e la sua capacità condente iper concentrata.

Non importa qui sapere quale cultivar o tipologia di olio ho usato, conta che questo olio sia di alta qualità perché e a lui che si deve tutto, quindi utilizzate pure quello che più amate basta che sia di qualità e provate a fare questo piatto che vi darà sensazioni uniche rispetto all’olio scelto!

Mozzarella e broccoletti con olio extravergine d’oliva e salsina rossa

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di cimette di broccoletti verdi già pulite,
  • 300 g di pomodori pelati,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • origano secco,
  • 4 bocconcini da 100 g circa di mozzarella fior di latte non fredda,
  • 40 g di mandorle tostate,
  • pepe,
  • oli extravergine di oliva di qualità,
  • sale

Preparazione

  1. Lessare per meno di 5 minuti in ½ l circa di acqua bollente non salata le cimette di broccoletti tenendole molto croccanti, scolarle con una schiumarola, condirle con un cucchiaio abbondante di olio dal fruttato leggero e poco sale grosso integrale macinato al momento, coprirle e conservarle al caldo.
  2. Sbucciare l’aglio e affettarlo mettendolo subito in una padella con 2 cucchiai circa di olio, rosolarlo velocemente, aggiungere i pomodori privati dei semi e tagliati a filetti, salare, alzare la fiamma al massimo, coprire e cuocere per 5 minuti.
  3. Profumare i pomodori con un poco di origano, passarli al setaccio raccogliendo la salsa in un tegamino in modo da tenerla al caldo a calore basso.
  4. Tagliare in fettine molto sottili la mozzarella, stendere la salsa calda nei piatti e adagiarvi sopra le fettine di mozzarella (importante che non sia fredda da frigorifero ma a temperatura ambiente o lievemente scaldata).
  5. Condire la mozzarella con alcune gocce di olio e una lieve macinata di pepe, completare il piatto con le cimette di broccoletti calde cosparse con le mandorle tostate tritate grossolanamente.

Fonte: Broccoletti e mozzarella, una ricetta all’insegna dell’olio di qualità

Read Full Article

Taralli di farro e miglio bruno con naspro al cacao

Home Dessert Taralli di farro e miglio bruno con naspro al cacao
Foto di Marianna Franchi

Facebook

Twitter

Google+

Linkedin

Pinterest

WhatsApp

Email

Voti: 0
Valutazione: 0
You:

Rate this recipe!

Vota la ricetta

Aggiungi al menu

Aggiungi alla lista della spesa

Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l’accesso.

Stampa la ricetta

Stampa

Difficoltà: bassa

30 minuti di preparazione

15 minuti di cottura

Impatto glicemicomedio

100 chilocalorie

Ingredienti

Unità di misura

Per il naspro

Istruzioni

  1. Mescolate in una ciotola capiente la farina di farro spelta con la farina di miglio bruno, entrambe già setacciate, il lievito e un pizzico di sale. Nel centro formate una piccola buca e versatevi l’olio di cocco e lo sciroppo di agave, mescolateli con una forchetta e poi aggiungete le uova e i semi di anice. Iniziate a incorporare la farina dai bordi, poi versate il liquore e impastate in modo da ottenere una consistenza morbida ma non appiccicosa. Coprite e lasciate riposare per 15 minuti

  2. Ricavate dall’impasto, sul piano di lavoro, 24 filoncini spessi al centro e più sottili alle estremità di circa 30-35 g, lunghi 10-12 cm, che chiuderete bene ad anello. Distribuiteli su una teglia rivestita con carta da forno e infornate sul primo ripiano del forno in alto a 180 °C per 15 minuti, facendo attenzione che non scuriscano troppo, soprattutto la base a contatto con la teglia.

  3. Sciogliete, nel frattempo, l’olio di cocco in un pentolino su fuoco minimo. Toglietelo dal fuoco e mescolatevi lo sciroppo di agave e il cacao.

  4. Intingete subito la superficie dei taralli nella glassa al cacao e cospargetela con il cocco in scaglie. Lasciate riposare i dolcetti su una gratella per dolci.

[embedded content]

Facebook

Twitter

Google+

Linkedin

Pinterest

WhatsApp

Email

/* —————————————– */ /* Modello di contenuto: meta ricetta – inizio */ /* —————————————– */ /* —————————————– */ /* Modello di contenuto: meta ricetta – fine */ /* —————————————– */ /* —————————————– */ /* Modello di contenuto: box_blog – inizio */ /* —————————————– */ .blog .wpb_content_element.autoreblog { width: 54px !important; height: 54px !important; } .blog .wpb_content_element.autoreblog.wpb_single_image img { width: 100%; } /* —————————————– */ /* Modello di contenuto: box_blog – fine */ /* —————————————– */

Fonte: Taralli di farro e miglio bruno con naspro al cacao

Read Full Article

Cous cous ai frutti di mare: la ricetta del couscous originale

Facile 30min Per 4 persone

ingredienti

  • Cous cous 350 g • 112 kcal
  • Vongole 1kg • 73 kcal
  • Cozze 1kg • 58 kcal
  • Calamari 400g • 70 kcal
  • Gamberetti 400g
  • Pomodorini 350g • 20 kcal
  • Aglio tre spicchi • 79 kcal
  • Olio q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b. • 79 kcal
  • Sale q.b. • 750 kcal

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il cous cous è un ingrediente tipico della cucina nordafricana molto apprezzato ed amato anche nel nostro paese. Un’alternativa salutare e molto versatile che si sposa bene con carne, verdure e con il pesce e il cous cous ai frutti di mare ne è un esempio. Un piatto perfetto per una cena tra amici o per un aperitivo dal sapore alternativo.

Come preparare il cous cous ai frutti di mare

Pulite con cura il pesce. Lasciate le vongole in una ciotola con acqua fredda salata per un’ora (1) in modo da far spurgare le vongole. Scolatele (2), sciacquatele così da eliminare la sabbia rimasta e tenetele da parte (3).

Dedicatevi alle cozze. Pulite i gusci con una spazzola o con un coltellino (4) ed eliminate il bisso che esce dal lato dell’apertura (5). Prendete due tegami, unite un filo di olio e uno spicchio di aglio in ognuna (6).

Versate le vongole in un tegame (7) e le cozze nell’altra (8). Coprite i tegami e fate cuocere a fiamma alta fino a quando le cozze e le vongole non si saranno aperte. Spegnete il fuoco, sgusciatele e tenetele da parte (9).

Pulite i calamari svuotando le sacche interne (10). Tagliate a pezzetti i tentacoli e a rondelle la sacca (11). In ultimo pulite i gamberetti privandoli del carapace (12).

Fate scaldare uno spicchio d’aglio con un filo di olio in un tegame capiente (13). Unite i calamari, aggiustate di sale e pepe e fateli rosolare per qualche minuto (14). Tagliate i pomodorini e fate saltare per due minuti. Unite i gamberetti (15).

Cuocete per 5 minuti e in ultimo unite cozze e vongole sgusciate. Spegnete il fuoco ed insaporite con un trito di prezzemolo (16). Dedicatevi al cous cous: versatelo in una ciotola, unite un filo d’olio e l’acqua bollente leggermente salata e coprite con un coperchio (17). Lasciate riposare per 6/7 minuti fino a far raddoppiare il cous cous di volume. A questo punto sgranatelo con una forchetta (18). Unitelo ai frutti di mare e mescolate con un mestolo di legno. Aggiungete un ultimo pizzico di prezzemolo tritato e servite!

Consigli

Il cous cous precotto è molto semplice da preparare perché è stato già cotto e, in seguito, essiccato. Ricordate, però, che non farlo troppo crudo (o viceversa) la percentuale tra l’acqua e il cous cous deve essere di 1 a 1.

Conservazione

Il cous cous ai frutti di mare va consumato subito.

Varianti

Alla ricetta potete aggiungere verdure come le zucchine che riescono a valorizzare bene un piatto di pesce.

Fonte: Cous cous ai frutti di mare: la ricetta del couscous originale

Read Full Article

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi