Cosa occorre per aprire un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande

Quando si vuole aprire un bar, un pub o un ristorante, è fondamentale sapere che oltre alle pratiche burocratiche sarà necessario frequentare dei corsi specifici, necessari per poter avere l'autorizzazione alla somministrazione di bevande e alimenti. Di che si tratta? Ne parleremo in questo post.

 

Aprire un esercizio di somministrazione alimenti e bevande: i requisiti necessari

Per poter procedere all'apertura di un ristorante o di un altro esercizio in cui si somministrino alimenti e bevande, è necessario essere in possesso di una serie di requisiti, obbligatori per legge.

Per prima cosa, quindi, è necessario essere maggiorenni; il secondo e fondamentale elemento da considerare è quello di aver frequentato un corso SAB e superato l'esame che permette di ottenere la specifica certificazione. In alternativa, tra i requisiti professionali necessari per aprire un'attività di ristorazione è richiesta l'avere esercitato, per almeno due anni, attività nel settore della somministrazione.

Tra i diversi requisiti, uno dei più importanti è sicuramente il corso di Somministrazione Alimenti e Bevande (SAB) che permette all'aspirante ristoratore, di apprendere una serie di informazioni fondamentali per adempiere correttamente al proprio lavoro, ossia somministrare in maniera corretta e a norma di legge sia alimenti che bevande.

Il corso prevede un gran numero di argomenti e tematiche, che vanno dalle nozioni di base sulla disciplina previdenziale a quelle sui prodotti assicurativi, dagli adempimenti tributari e contabili alle tecniche di vendita, dal marketing fino alla gestione aziendale. Inoltre, questo corso specifico propone lezioni sulle materie prime delle bevande e dei prodotti alimentari, nonché sulle tecniche e strumentazioni per la loro preparazione e ancora lezioni sulla normativa relativa alla sicurezza sul lavoro o sulle certificazioni di qualità. Infine, ulteriori tematiche che vengono trattate durante questo tipo di corso riguardano le tecniche di confezionamento e le normative relative all'etichettatura o alla tracciabilità dei singoli prodotti, nonché le differenti procedure di conservazione di alimenti e bevande di vario tipo.

Il corso sab può essere tenuto presso centri di formazione riconosciuti, come Formazione Suprem, che propone anche numerosi corsi per altre certificazioni, dall'HACCP alla sicurezza sul lavoro e molto altro, online o in presenza.

 

Non solo SAB: il corso HACCP

Frequentare il corso SAB e superarne l'esame per poter ricevere la relativa certificazione è fondamentale si si vuole operare in un determinato tipo di struttura di somministrazione alimenti e bevande, come ristoranti, pub, pizzerie o bar. Tuttavia, per una preparazione completa nel settore è necessario entrare in possesso anche della certificazione HACCP, da conseguire tramite apposito corso.

HACCP è un acronimo inglese che significa "Hazard Analysis and Critical Control Points". Questa certificazione ha come obiettivo finale quello di imparare a conoscere tutte le procedure necessarie ad assicurare la massima sicurezza degli alimenti e si basa sul concetto di prevenzione piuttosto che su quello di analisi e controllo del prodotto finito. Per gli operatori del settore alimentare questo corso è fondamentale perché permette di comprendere tecniche e modalità di conservazione degli alimenti e, soprattutto, quali le operazioni in grado di garantire la massima igiene e sicurezza degli alimenti e delle bevande che vengono somministrati.

Formazione Suprem propone sia il corso HACCP che i relativi moduli di aggiornamento, obbligatori per legge. Va sottolineato che, per quanto riguarda gli aggiornamenti questi presentano periodicità differente a seconda della regione in cui si opera. In alcune regioni, ad esempio, è richiesto un aggiornamento ogni due anni mentre in altre ogni tre, ogni quattro o ogni cinque; infine, in Lombardia, in Veneto e in Trentino Alto Adige, gli aggiornamenti della certificazione HACCP vanno tenuti in tempi che dipendono da quanto specificato dal titolare dell'azienda.

 

La convenienza dei corsi online per ottenere le certificazioni necessarie

Negli ultimi anni, lo sviluppo di piattaforme di e-learning ha portato a un sempre maggiore incremento dei corsi online. Nell'ambito della ristorazione è possibile frequentare corsi online per le certificazioni SAB e HACCP, anche se alcuni moduli devono essere necessariamente svolti in presenza per poter garantire una formazione completa sotto ogni aspetto.

I corsi online si sono dimostrati molto convenienti perché permettono agli aspiranti ristoratori o a quanti devono procedere con gli aggiornamenti, di poter seguire in maniera completamente libera, senza obblighi di orario. Questo aspetto è particolarmente importante se si pensa che spesso il titolare di un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande mentre deve seguire i corsi è anche impegnato con la ristrutturazione dei locali e con tutta la burocrazia che accompagna l'apertura di un esercizio commerciale. Tramite i corsi online, invece, potrà gestire al meglio il proprio tempo e decidere in maniera indipendente quando seguire le lezioni per poter completare il percorso che lo porta al conseguimento della certificazione.

 

Per concludere

Per aprire un locale commerciale in cui sia prevista la somministrazione di alimenti e bevande è necessario procedere con una serie di documenti burocratici e fiscali e, soprattutto con corsi specifici per le certificazioni SAB e HACCP.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi