3 startup italiane settore food di grande successo

Nel corso degli anni sono aumentate in modo esponenziale le startup del settore food. È normale che sia così. Sono infatti cambiate le nostre abitudini alimentari. Senza dimenticare l’emergenza sanitaria da Covid-19 che ci ha costretti a ripensare persino il nostro rapporto con i supermercati, che ci ha costretti anche a fare affidamento in modo sempre più intenso sul delivery. 

Anche in Italia sono nate nel corso del tempo molte startup settore food, diventate già realtà di grande successo. Il magazine Ma che Talento questo mese ha realizzato degli speciali dedicato al mondo food Startup. Continua nella lettura, per scoprire tre startup food di altissimo livello. 

Startup food: tra le migliori, c’è Cortilia

Cortilia non è una startup nata da poco. La sua fondazione infatti risale al 2011 e oggi è diventata una società benefit. Vale la pena parlarne perché è sempre più utilizzata e perché ha come obiettivo quello di riuscire ad espandersi in ogni regione italiana. Attualmente infatti opera solo in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. Cortilia deve essere considerata come una sorta di ponte tra il cliente finale e il piccolo coltivatore diretto. 

Si tratta di uno strumento importante per il piccolo coltivatore diretto, che potrebbe altrimenti avere difficoltà a trovare un numero elevato di clienti. Si tratta di uno strumento importante anche per il cliente finale alla ricerca di prodotti freschi, genuini, di origine controllata. Riuscire a trovare prodotti di questo genere infatti non è semplice! Il cliente ha a sua disposizione una piattaforma davvero semplice da utilizzare. Dopo la registrazione, può andare alla ricerca dei prodotti preferiti, metterli nel carrello e pagare. Può però anche scegliere delle cassette di prodotti e accendere un abbonamento. 

Dynamic Food Brands 

La startup food Dynamic Food Brands è invece nata da poco, nel 2020. Offre un sistema per il food delivery integrato, digitale. Consente ai ristoratori di avere il giusto supporto nel loro lavoro e di poter incrementare le vendite in modo intenso. Consente al cliente finale di ottenere un’esperienza ristorativa personalizzata sulle esigenze alimentari. Può persino prendere in considerazione i vincoli alimentari dettati dalla religione, così come le intolleranze o le allergie. Permette di scegliere anche piatti che arrivano da diversi ristoratori, per una personalizzazione ancora più intensa. È perfetta anche per chi si trova a dover pranzare spesso fuori casa, magari in ufficio. 

La startup settore food DishCovery

Questa è una startup nel food pensata per tutti i ristoranti che vogliono compiere una vera e propria rivoluzione digitale. Consente di creare un menù digitale infatti da poter condividere online e di tradurlo in diverse lingue in modo da poter raggiungere con estrema semplicità anche tutti i clienti stranieri. Offre poi la possibilità di ottenere un software gestionale, per la gestione del menù, certo, ma anche per poter scoprire quali sono i piatti più venduti o le etichette di vino più amate. Consente anche di scoprire quali sono i giorni e le fasce orarie più redditizie. Con strumenti così in mano, ogni ristoratore può ottimizzare il suo lavoro e diventare una realtà di grande successo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi